ESULTANZE DI ROBERTO PRUZZO

Roberto Pruzzo e le corse sotto la Sud

Le esultanze di Roberto Pruzzo con la maglia della Roma sono 138, di cui 106 in Campionato. Vince 3 volte la classifica dei cannonieri. Segna gol a grappoli e, con alcuni, scrive la storia: come quello salvezza all’Atalanta nel maggio del 1979 o quello scudetto di Genova. Nell’anno della Coppa dei Campioni è protagonista assoluto contro il Dundee ed è lui a tenere vivo il sogno in finale contro il Liverpool. All’Avellino nel 1986 ne rifila 5 in una sola partita. 

Nell’attimo stesso in cui la palla varca la linea di porta, il personaggio un po’ burbero e scontroso lascia posto al ragazzino cresciuto inseguendo un pallone e che, ora, è ubriaco di gioia. Le sue esultanze sono improvvisate ma hanno una meta ben precisa, almeno all’Olimpico: la Curva Sud. Roberto Pruzzo è il precursore delle corse sfrenate a braccia alzate sulla pista di atletica dell’Olimpico. Forse per questo le esultanze di Roberto Pruzzo sono tra le più amate dai tifosi della Roma.

«Grazie Roma. E grazie Genoa. Due tifoserie fantastiche, uniche. E poi, più che parlare, mi piacerebbe ancora correre con le braccia alzate, a festeggiare un gol, sotto la Gradinata Nord, o sotto la Curva Sud»

Roberto Pruzzo

Cliccare su una foto per lanciare lo slideshow oppure fare leggermente pressione su una singola miniatura per leggere la descrizione