Crea sito

Presidenti della Roma

Sono venticinque i Presidenti della storia della Roma che si sono succeduti nelle ventisei presidenze effettive. C’è infatti il caso di Renato Sacerdoti, al timone della società per ben tredici anni ripartiti però in due cicli distinti. Il primo dal 1928 al 1935 e poi nuovamente dal 1952 al 1958. E nel conteggio comprendiamo il Cavaliere Augusto D’Arcangeli. La sua nomina fu in realtà a Commissario Straordinario, per consentirgli di gestire l’interregno tra Anacleto Gianni e il conte Marini Dettina nel 1962. I vincenti Edgardo Bazzini, gli stessi Anacleto Gianni e Francesco Marini Dettina, Alvaro Marchini, Dino Viola, Giuseppe Ciarrapico e Franco SensiQuelli che la società l’hanno gestita soltanto per pochi mesi, senza neanche poter festeggiare un anno di presidenza. A partire dal fondatore Italo Foschi, costretto a lasciare per ordini di partito nel marzo del 1928. Proseguendo con Romolo Vaselli, cacciato a furor di popolo nel 1952 e Flora Viola, in carica dopo la morte del marito nel 1991. E ancora il generale Ciro Di Martino, primo in grado nella fase di passaggio tra Ciarrapico e Sensi. Dopo di lui Roberto Capelli a reggere le redini in attesa degli americani. Infine Thomas Di Benedetto, primo presidente “statunitense” che scalda la poltrona al socio e amico James Pallotta. Il quale lascia spazio nell’agosto 2020 al connazionale Thomas Daniel FriedkinLa prima donna della nostra storia, Flora Viola, che eredita con orgoglio i comandi dal compianto marito Dino, supportata dai figli Ettore e Riccardo. Esperienza rivissuta con Rosella Sensi, in sella per ben tre anni dopo la scomparsa di papà Franco. Ripercorriamo le vicende di tutti i presidenti della Roma, dal fondatore Italo Foschi in poi.

Italo Foschi, primo tra i presidenti della Roma
Italo Foschi (1927-1928)