Crea sito

ARTUR

Artur Moraes con la Roma

DATI ANAGRAFICI DI ARTUR

Nasce a Leme (Brasile)

Nasce il 25/1/1981

STATISTICHE DI ARTUR CON LA ROMA

Ruolo: Portiere

Stagioni: 2 (2008-2010)

Presenze totali: 18 (12 di Campionato, 2 di Coppa Italia e 4 di Europa League)

Gol subiti: 29

Artur Guilherme Moraes Gusmao, per tutti semplicemente Artur, è un portiere brasiliano. Con il Cruzeiro vince un Campionato e una Coppa nazionale, prima di arrivare a scadenza di contratto nel 2007. Il Siena coglie quindi l’occasione e lo porta in Italia, per poi cederlo nel mercato di riparazione al Cesena, che disputa il campionato di Serie B.

Artur come vice Doni nella Roma di Spalletti

Nell’estate del 2008 la Roma sceglie Artur per il ruolo di vice Doni. La squadra di Spalletti viene dalla vittoria di due Coppa Italia consecutive e di una Supercoppa Italiana e il suo acquisto sorprende tifosi e addetti ai lavori. Il brasiliano ha infatti giocato soltanto sedici incontri di Serie B con il Cesena, senza neanche impressionare. I frequenti infortuni dell’amico e connazionale Doni gli consentono di mettere insieme un bel numero di presenze durante il suo primo anno nella Roma. L’esordio avviene a Bologna l’8 novembre 2008, al ventesimo minuto della ripresa quando Doni abbandona il campo dopo un scontro con Di Vaio. A fine stagione, sempre a causa dell’indisponibilità di Doni, Artur metterà insieme undici gettoni in campionato e due presenze in Coppa Italia. Senza mai deludere troppo ma senza neanche convincere appieno.

Il portiere Artur con la maglia della Roma
Il brasiliano in Roma-Cagliari del 14.12.2008
Artur in un Torino-Roma del 2009
Intervento di Artur in Torino-Roma del 18.1.2009

Da primo a quarto portiere nel 2009-2010

La stagione 2009-2010 inizia con Artur titolare nei quattro incontri dei preliminari di Europa League e nella sconfitta a Marassi con il Genoa nella prima di campionato. Ma il ciclo di Spalletti è al capolinea e il tecnico toscano nella sfida casalinga con la Juventus lo relega in panchina per lanciare Julio Sergio Bertagnoli. L’ex terzo portiere diventa poi titolare inamovibile con l’avvento in panchina di Ranieri e, complici l’acquisto di Lobont e il recupero di Doni, Artur fa un clamoroso salto indietro nelle gerarchie diventando il quarto portiere e non vedendo più il campo per tutto il resto della stagione. Inevitabile la cessione a fine anno in prestito al Braga.

Artur in azione in un Fiorentina-Roma
In azione in Fiorentina-Roma del 25.4.2009

Con l’addio alla Roma arriva la svolta per Artur

Il trasferimento in Portogallo si rivela fondamentale per la carriera di Artur. L’estremo difensore brasiliano, già ventinovenne, disputa una grande stagione e guida il Braga fino alla finale di Europa League, persa contro il Porto. Questo exploit gli vale un quadriennale con il Benfica, che la Roma agevola concedendogli la rescissione del contratto ancora in essere. Finita l’esperienza portoghese si trasferisce in Turchia per poi fare nel 2017 ritorno in patria alla Chapecoense, vittima l’anno precedente del drammatico disastro aereo.

Curiosità su Artur

  • Ha disputato tre gare con la Nazionale Brasiliana Under 17;
  • Dopo una carriera piuttosto anonima e che sembra volgere al termine, disputa in tre anni due finali di Europa League. Con il Braga perde contro il Porto per uno a zero nel 2011. Mentre con il Benfica è sconfitto due a uno dal Chelsea nel 2013;
  • Terminata la carriera di giocatore Artur diventa General Manager dell’Alverca, squadra di una cittadina del distretto di Lisbona con rinnovate ambizioni di crescita.